Tartufini al cocco

    0
    37
    Tartufini al cocco

    I tartufini al cocco sono dolcetti buonissimi e facili che si preparano in 5 minuti e sono perfetti da offrire ai propri amici, ma anche da regalare. Questi tartufini hanno pochissimi ingredienti che però devono essere tutti di ottima qualità, soprattutto la ricotta. Io ho usato una ricotta fresca e locale, che è deliziosa e molto versatile. Da brava siciliana io ho usato la ricotta di pecora, ma se preferite quella di mucca andrà benissimo, anzi avrete dei dolcetti dal sapore più delicato.

    La ricetta dei tartufini al cocco è davvero semplice e vi permette di creare un dolcetto particolare e sfizioso in poco tempo che si rivelerà particolarmente utile durante le feste natalizie o se avete amici o parenti che vengono a trovarvi senza preavviso.

    Io ho realizzato due versioni di questi tartufini, una solo a base di cocco (presa da Simona di Tavolarteegusto) ed un’altra con cocco, pistacchio e mandorle. Sono entrambe buonissime e vi consiglio di farle tutte e due e servirle insieme, come in alcune delle foto di questo post.

    Questa ricetta ha pochi ingredienti e non ha nessuna cottura, serve solo un po’ di riposo in frigorifero per far addensare il composto prima di fare le palline.

    Tartufini al cocco

    Farina di cocco

    Adesso passiamo alle cose serie: quanti milioni di calorie ci sono in queste palline? Dato che lo zucchero è poco e la ricotta tutto sommato è un alimento abbastanza dietetico (174 calorie per 100 gr), l’imputato numero 1 è la farina di cocco che con le sue 348 calorie per 100 grammi è abbastanza calorico. Quindi si, sono dolcetti abbastanza calorici, ma sicuramente meno dei dolci natalizi da cui siamo circondati.

    Ma c’è un ma, se questa ricetta la fate con il fruttosio invece dello zucchero, tutti gli ingredienti arrivano al massimo a IG 35. Quindi si possono mangiare in un pasto PL senza sgarrare in una dieta a basso indice glicemico come il metodo Montignac! Mi sembra un ottimo compromesso per chi cerca di stare lontano da zuccheri e farine raffinate.

    Se anche voi amate la ricotta vi consiglio di provare le frittelle di ricotta, che sono davvero deliziose, e la ricotta dolce al cacao che è un dessert leggero e gustoso adatto anche a chi è sempre a dieta!

    Tartufini al cocco

    Print Recipe
    Tartufini al cocco
    La ricetta dei tartufini al cocco, dolcetti semplici e deliziosi a base di ricotta fresca
    Voti: 0
    Valutazione: 0
    You:
    Rate this recipe!
    Tempo di preparazione 15 minuti
    Porzioni
    persone
    Ingredienti
    Tartufi al cocco
    Tartufi con cocco, mandorle e pistacchio
    Tempo di preparazione 15 minuti
    Porzioni
    persone
    Ingredienti
    Tartufi al cocco
    Tartufi con cocco, mandorle e pistacchio
    Voti: 0
    Valutazione: 0
    You:
    Rate this recipe!
    Preparazione
    1. Mettete la ricotta in una ciotola e aggiungete lo zucchero. Mescolate con una frusta a mano per far sciogliere lo zucchero e poi unite l’estratto di vaniglia.
    2. Aggiungete la farina di cocco e mescolate bene, dovete ottenere un impasto compatto ma lavorabile.
    3. Mettete la ciotola in frigorifero per una mezz’oretta.
    4. Prelevate piccole porzioni di impasto e formate delle palline grandi circa quanto una noce. Procedete così e man mano passate le palline nella farina di cocco.
    5. Mettete le palline in un piatto da portata e conservatele in frigorifero.
    6. Per le palline con cocco, mandorle e pistacchio dovete mescolare 250 gr di ricotta con 80 gr di farina di cocco, 30 gr di mandorle e 30 gr di pistacchio e procedere come l’altra ricetta. Mandorle e pistacchio sono delle polveri e assorbono meno la ricotta rispetto al cocco, dovete valutare la consistenza sul momento ed eventualmente aggiungere un altro pochino di farina di cocco.
    Consigli

    I tartufini si confervano in frigorifero per 2 - 3 giorni.

    Tartufini al cocco

    Tartufini al cocco

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci il tuo commento
    Inserisci il tuo nome

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.